Tutto sullo Spesometro 2013

Tutto sullo Spesometro, il nuovo sistema di antievasione fiscale. In questo articolo spieghiamo quale tipo di azienda deve comunicare i dati allo Spesometro, entro quando e quali sono i dati da comunicare.

11 giu 2013 Consigli per le compagnie di noleggio veicoli - Tempo di lettura: min.

noleggio veicoli

Slittata al 3 luglio la data di scadenza per consentire a tutte le imprese del settore noleggio e leasing di comunicare i dati dello Spesometro 2013 all’Agenzia delle Entrate. Rientrano nello Spesometro tutte le operazioni rilevanti a fine iva compiute lo scorso anno con e senza obbligo di fattura (in quest’ultimo caso l’obbligo è stabilito per le operazioni che superano i 3.600 euro).

La nuova scadenza fissata a luglio rispetto ad aprile come stabilito, è stata resa necessaria a causa della mancata presentazione da parte dell’Agenzia delle Entrate circa le modalità di comunicazione dei dati, a seguito della rimodulazione dello strumento anti evasione (ultimo Governo Berlusconi) nel cosiddetto Decreto Semplificazioni. Nello specifico lo Spesometro 2013 risultante è una versione aggiornata del vecchio elenco clienti-fornitori, ma per il settore del noleggio e del leasing vengono compiute delle specificazioni:

  •  I dati delle fatture sui beni a noleggio e in leasing devono essere inclusi nello Spesometro ad eccezione dei Prestatori che concedono l’uso di quei beni.
  • Gli operatori commerciali che svolgono l’attività di noleggio e locazione in maniera marginale hanno l’obbligo di presentare, oltre allo Spesometro, una comunicazione all’Anagrafe Tributaria per i contratti di noleggio.
  • Lo Spesometro deve contenere anche le operazioni di fattura che coinvolgono i soggetti privati

Il Decreto Semplificazioni, inoltre, ha eliminato il limite fissato a 3mila euro che obbligava l’impresa a comunicare i dati per via telematica, ragion per cui le imprese sottoposte ad obbligo di fattura dovranno effettuare una sola comunicazione per ciascun cliente-fornitore, indicando il valore totale delle operazioni.  Rispetto al passato, quindi, mentre prima l’obbligo di fattura riguardava la singola operazione e si traduceva come un adempimento oggettivo, oggigiorno tutte le operazioni sono racchiuse un unico documento conducendo ad un adempimento di tipo decisamente soggettivo. Con tale semplificazione, quindi, vengono superati i nodi critici delle precedenti versioni dello spesometro: in passato, infatti, le prestazioni periodiche erano difficilmente categorizzabili nell’ottica di una singola comunicazione; la comunicazione cumulativa al contrario è molto più facilmente redattabile da parte dell’impresa stessa consentendogli di riepilogare il rapporto periodico intercorso con il suo cliente o fornitore.

Risultano, invece, escluse dalle operazioni da comunicare:

  •  Operazioni oggetto di segnalazione all’Anagrafe Tributaria
  •  Operazioni che riguardano i rapporti finanziari sottoposte ad indagini in materia di imposte su redditi ed IVA
  • Operazioni finanziarie con compagnie assicurative
  • Operazioni intercorse fra operatori finanziari finalizzate al regolamento contabile

La comunicazione all’Anagrafe Tributaria riguarda, invece, anche i pagamenti effettuati tramite carta di credito o altri strumenti di pagamento elettronico, indicando il codice fiscale del fornitore ed installatore del servizio. Ricordando agli operatori del settore che le operazioni da comunicare sono quelle effettuate a partire dal 1 gennaio 2012, troverete tutte le informazioni del caso sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

0 Mi piace

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su noleggioveicoli365.it/proteccion_datos

Articoli correlati